Spreco degli alimenti

In Svizzera viene gettato circa un terzo di tutti i generi alimentari prodotti. Questo spreco di risorse non è compatibile con l’idea di efficienza di Lidl Svizzera. Per la riduzione dello spreco alimentare Lidl Svizzera punta su processi di ordinazione precisi, sconti mirati, devoluzione a mense per i poveri e utilizzo nell’impianto di biogas. In questo modo minimizziamo lo spreco alimentare nei nostri processi aziendali. Per affrontare la problematica lungo tutto la catena di creazione del valore, cerchiamo anche delle soluzioni di collaborazione nei processi a monte e a valle e ci impegniamo a favore della sensibilizzazione in materia.

Come Lidl evita lo spreco di cibo

Per ridurre lo spreco di cibo Lidl Svizzera si basa su quattro pilastri.

Processi di ordinazione precisi

Efficienza e semplicità fanno parte delle nostre competenze chiave anche nei processi di ordinazione delle filiali. I singoli punti vendita ordinano articoli e prodotti freschi in modo molto preciso, pertanto può succedere che prima dell’orario di chiusura molti prodotti freschi siano già esauriti. Questo significa che praticamente nulla deve essere buttato via.

Sconti mirati

Ogni mattina, il nostro personale controlla se sugli scaffali si trovino prodotti alimentari che stanno per raggiungere la data di scadenza e in tal caso ne riduce il prezzo del 30 %. Anche il pane del giorno prima viene venduto con uno sconto del 30 %.

Fornitura a organizzazioni svizzere del banco alimentare

Collaboriamo con diverse organizzazioni come Schweizer Tafel, Tischlein deck dich e la Caritas. Consegniamo alimenti impeccabili, ma che non possiamo più vendere e che non hanno bisogno di essere refrigerati, direttamente dalla filiale all’organizzazione.

Impianto a biogas

Gli alimenti che non possono più essere consumati o che per motivi legali non possono essere somministrati alle associazioni del banco alimentare, non finiscono nei rifiuti, ma in un impianto a biogas.

Fornitura a organizzazioni del banco alimentare

In Svizzera, circa l’8 % della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà. Per questo motivo, Lidl Svizzera collabora con organizzazioni che coordinano la distribuzione di derrate alimentari alle persone bisognose. Al banco alimentare forniamo alimenti impeccabili ma che non soddisfano più le esigenze dei clienti.

Oltre a Schweizer Tafel, Tischlein Deck Dich e la Caritas, collaboriamo anche con istituzioni locali come lo zoo e iniziative contro gli sprechi alimentari per massimizzare la raccolta.

«Too Good To Go»

Da ottobre 2019 nelle tre filiali di Zurigo «Fraumünster», «Oerlikon» e «Grubenstrasse (Binz)«, in fase di test, Lidl Svizzera offre dei sorprendenti «sacchetti sorpresa» attraverso la app «Too Good To Go». I clienti possono comprare a un prezzo ridotto il cibo in eccedenza mediante l’App di «Too Good To Go» e ritirarlo in queste filiali prima della chiusura. I sacchetti contengono del cibo in eccedenza come ad esempio gli articoli di frutta e verdura non vendibili ma ancora commestibili oppure il pane del giorno precedente.

«Too Good To Go» è un movimento che vuole evitare lo spreco di alimenti. L'obiettivo è quello di creare una community nella quale ognuno abbia la possibilità di impegnarsi per combattere lo spreco alimentare. L'idea è semplice: prima della chiusura aziendale è possibile ritirare a un prezzo ridotto il cibo che altrimenti verrebbe buttato via. Mediante l'app, ristoranti, panetterie, bar, hotel e supermercati possono offrire il loro cibo in eccedenza ad un prezzo ribassato a chi lo va a ritirare di persona. I consumatori ordinano e pagano direttamente tramite l'app e poi devono solo ritirare la loro porzione in negozio nella finestra temporale indicata.

Partner dell'iniziativa «SAVE FOOD, FIGHT WASTE.»

Lidl Svizzera è una di più di 60 organizzazioni partner che ha sottoscritto l'iniziativa «SAVE FOOD, FIGHT WASTE.». Questa iniziativa sarà accompagnata e supportata per minimo tre anni (da novembre 2019 al 2021) in tutta la Svizzera e in tre lingue. 

Con suggerimenti e consigli concreti, «SAVE FOOD, FIGHT WASTE.» aiuta i consumatori a ridurre lo spreco alimentare a casa. I consigli principali di intervento ruotano attorno ai temi pianificazione della spesa, conservazione, gestione delle date di scadenza, creatività nell'uso degli avanzi e dei prodotti non più freschissimi nonché alla gestione dei resti in viaggio. Grazie all'Online-Academy, gli utenti del sito web (savefood.ch) ricevono anche un feedback sulle loro trappole personali dello spreco alimentare e, passo dopo passo, scoprono come diventare dei ninja.