Diritti umani

Ogni giorno in tutto il mondo molti milioni di persone lavorano per produrre alimenti e merci che vengono venduti sugli scaffali di numerose imprese di commercio al dettaglio come Lidl Svizzera.
Oltre agli Stati, anche le aziende hanno una responsabilità di influenzare il rispetto incondizionato dei diritti umani nelle loro filiere globali e di garantire tali diritti nelle loro relazioni commerciali immediate. Insieme ai nostri partner commerciali, Lidl Svizzera si impegna perciò per il rispetto dei diritti umani lungo tutta la catena di creazione del valore.

Il nostro approccio

Vogliamo opporci in modo deciso ai rischi della nostra attività commerciale riguardo al tema dei diritti umani. A tale scopo, verifichiamo continuamente i potenziali rischi nell'ambito della produzione dei nostri prodotti.
Per quanto riguarda i nostri prodotti di marca propria, valutiamo questi rischi nell'ambito di un processo basato su diversi indici, come ad esempio il Global Slavery Index. A completamento di ciò, ci avvaliamo dell'esperienza di stakeholder esterni, con cui abbiamo un dialogo costante.
Desideriamo identificare sistematicamente i possibili rischi anche all'interno della nostra filiera. A tale scopo, eseguiamo continuamente delle valutazioni del rischio sociale ed ecologico all'interno del nostro assortimento di marche proprie, ad esempio per identificare rischi come il lavoro minorile o il lavoro forzato. Una rappresentazione dettagliata di questa analisi del rischio è disponibile nel rapporto sulla posizione relativo al dovere di diligenza aziendale.

Le nostre misure

Vogliamo affrontare i rischi identificati con delle misure efficaci. Per migliorare le condizioni di lavoro nella nostra filiera e garantire il rispetto dei diritti umani, promuoviamo uno scambio attivo con i nostri fornitori e dialoghiamo con ONG e rappresentanti dei lavoratori. Contemporaneamente, ci attiviamo con delle nostre iniziative e in numerose cooperazioni con partner consolidati.
In caso di violazioni, reagiamo immediatamente. Per le vittime o i testimoni di violazioni dei diritti umani abbiamo creato un meccanismo di reclamo sotto forma di sistema di notifica online.
Per filiere selezionate, Lidl Svizzera lavora alla creazione di ulteriori meccanismi di reclamo appositamente specifici. Ad esempio, Lidl è membro attivo di un gruppo di lavoro del Bangladesh, Accord, dedicato allo sviluppo di un meccanismo di reclamo adeguato per le lavoratrici e i lavoratori tessili in Bangladesh.

Panoramica dei diritti umani

Abolizione del lavoro minorile
I bambini hanno bisogno della nostra particolare protezione, perciò la loro occupazione in età di scuola dell'obbligo e in condizioni pericolose è vietata. In qualità di commercianti di alimentari, insieme ai nostri fornitori, abbiamo la responsabilità di impedire il lavoro infantile in modo coerente.
Eliminazione della discriminazione
L'uguaglianza davanti alla legge è un diritto umano fondamentale. Perciò da Lidl siamo contrari a qualsiasi forma di discriminazione ad esempio basata sul sesso e ci impegniamo per delle condizioni eque nella filiera.
Eliminazione del lavoro forzato
È la libera scelta di ogni persona dedicarsi ad un determinato lavoro. Se invece le persone vengono costrette a lavorare, ciò vìola un diritto umano fondamentale. Insieme ai nostri partner nella filiera abbiamo l'obbligo di impedire qualsiasi forma di lavoro non volontario.
Retribuzione adeguata
Proprio nell'agricoltura e nei settori economici come l'industria tessile, il salario pagato e il reddito spesso possono essere a malapena sufficienti o non bastare affatto per coprire i bisogni primari dei lavoratori e delle loro famiglie. Perciò ci impegniamo per una retribuzione che garantisca la sopravvivenza e dei prezzi equi per i nostri produttori.
Sicurezza sul lavoro
La base della nostra attività sono le persone sane. Sul posto di lavoro, le lavoratrici e i lavoratori devono perciò essere protetti in modo particolare. Insieme ai nostri partner desideriamo creare delle condizioni di lavoro sicure.
Libertà di associazione
Una parte importante dei diritti dei lavoratori è la libertà di potersi unire in rappresentanze dei lavoratori. Perciò vogliamo impegnarci per la libertà di associazione proprio nei Paesi con una tutela dei lavoratori strutturalmente debole, affinché le lavoratrici e i lavoratori possano organizzarsi efficacemente.

Membri ACT

L’adesione ad ACT è avvenuta in piena linea con il «Code of Conduct» di Lidl e lo carica di significato: questo codice di condotta mette nero su bianco i requisiti obbligatori riguardanti gli standard sociali e ambientali per i partner contrattuali con i quali Lidl International collabora. L’obiettivo sta nell’offrire ai clienti dei prodotti realizzati con responsabilità e rispetto per l’ambiente. Con l’adesione ad ACT, Lidl si impegna per migliorare le condizioni di vita e di lavoro nei Paesi dove si tiene la produzione e soddisfa così il suo dovere di diligenza aziendale.

A proposito di ACT

ACT è il primo accordo globale che mira ad assicurare dei contratti collettivi territoriali per l’industria tessile, dell’abbigliamento e delle calzature nei Paesi di produzione. L’iniziativa si adopera per garantire salari di sussistenza in questo settore e spinge tutti gli attori di rilievo, compresi i mercati, i commercianti, i sindacati, i produttori e i governi nel complesso, a prestare il loro know-how per raggiungere gli obiettivi prefissati. In questo senso, per salario di sussistenza si intende una paga che copra i costi della vita delle lavoratrici e dei lavoratori nonché dei loro familiari stretti, che preveda un reddito disponibile sufficiente e che venga guadagnata entro i regolari orari di lavoro delimitati dalla legge, senza straordinari.
Per ulteriori informazioni su ACT cliccare qui.