Energia e trasporti

L’efficienza è la nostra competenza principale ed è un fattore importante che si rispecchia nella logistica e nel consumo energetico. In questo modo non solo facciamo bene all’ambiente, ma riduciamo anche i costi.

La nostra visione: rifornimento delle filiali senza combustibili fossili entro il 2030

A giugno 2019 Lidl Svizzera, assieme ai suoi partner d’affari Krummen Kerzers, Thurtrans e KMT, ha messo in servizio dei veicoli a GNL e le prime due stazioni di rifornimento di gas liquido in Svizzera, posando così la prima pietra per una logistica più sostenibile. Con l’introduzione dei venti camion alimentati a gas liquido e la creazione di una prima infrastruttura, Lidl Svizzera presta un’attività pionieristica e crea un ponte di passaggio al futuro.

Progetto di ricerca in collaborazione con l’UFE e l’università di Rapperswil

L’infrastruttura esistente potrebbe funzionare con il biogas liquido non fossile (bio-GNL) anziché il GNL fossile. Per creare le condizioni necessarie a ciò, Lidl Svizzera e Krummen Kerzers collaborano con l’università di Rapperswil e la Frank Energy a un progetto di ricerca.  Il progetto è finanziato dall’Ufficio federale dell’energia, dal Fondo di ricerca per l’industria svizzera del gas e da Lidl Svizzera. A scopi di ricerca, si impiegano a intervalli regolari camion a bio-GNL, i quali sono oggetto di analisi in collaborazione con l’università di Rapperswil.
Fino a che il bio-GNL non sarà pronto per un impiego economico, Lidl Svizzera in collaborazione con i suoi partner farà uso della flotta alimentata a gas liquido ricorrendo al GNL. Perché il GNL è impiegabile già da adesso, con un’autonomia fino a 1500 km, e offre quindi un valido ponte verso un futuro più sostenibile.

Vantaggi del gas liquido (GNL/bio-GNL) rispetto al diesel

Il passaggio al gas liquido per i camion porta a un risparmio in termini ecologici nei seguenti ambiti:
- meno 15% di CO2;
- meno 35% di ossidi di azoto;
- meno 95% di polveri fini;
- meno 50% di inquinamento acustico (nel caso dei motori a benzina).
In futuro, con l’impiego del biogas liquido (bio-GNL) non fossile, ricavato dai rifiuti, sarà inoltre possibile un risparmio fino all’80% di emissioni di CO2 «well-to-wheel» rispetto al diesel.

Stazioni di rifornimento e camion elettrici

Lidl mette gratuitamente a disposizione dei suoi clienti una rete di stazioni di servizio per auto elettriche presso diverse filiali. Per effettuare le consegne utilizziamo camion elettrici. L’elettricità proviene da fonti idroelettriche, in alcuni casi anche dall’energia solare degli impianti installati sui nostri edifici. In questo modo contribuiamo alla mobilità ecologica in Svizzera.

Incentivazione dell’elettromobilità

Investendo nelle infrastrutture per i veicoli elettrici, Lidl intende contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2. Alla fine di aprile 2016 sono entrate in funzione le prime stazioni di servizio elettriche e alla fine del 2016 erano già 13. Nell'esercizio 2016 i nostri clienti hanno rifornito le loro auto con un totale di 26 011 kWh di energia elettrica, che permetterebbe loro di fare il giro del mondo per 3,2 volte. Nei prossimi anni la rete sarà continuamente ampliata. Così Lidl Svizzera contribuisce in modo significativo alla riduzione delle emissioni di CO2 in Svizzera.

Logistica record con camion elettrici

Già dall’autunno 2014 presso Lidl Svizzera sono in servizio due camion esclusivamente elettrici, che riforniscono due volte al giorno le filiali cittadine di Zurigo e dintorni. Sono molto silenziosi e non emettono quasi per nulla CO2, in quanto viaggiano grazie ad elettricità proveniente da fonti idroelettriche. Nel luglio 2016 uno dei due camion elettrici ha stabilito un record svizzero. È stato infatti il primo camion elettrico in Svizzera a percorrere oltre 100 000 chilometri.

Logistica efficiente

Una logistica efficiente rientra nelle competenze chiave di Lidl Svizzera. Essa riduce infatti i costi e l’impatto sull’ambiente. A giugno 2019, Lidl Svizzera è stata la prima impresa di commercio al dettaglio a ricevere la prima stella Lean & Green e si impegna così nel contempo ad attuare ulteriori riduzioni di CO2.

Efficienza ottimizzata

Una densità elevata delle merci nei pallet, una pianificazione ottimale delle tratte e uno sfruttamento massimo nel carico dei veicoli, l'attenzione a mantenere se possibile percorsi brevi e diretti alle filiali. Questi sono dei fattori decisivi per un'efficienza di alto livello, per i quali occorre cercare costantemente un'ottimizzazione. Grazie a quest'ottica oggi Lidl non fa correre sulle strade svizzere veicoli vuoti o poco carichi.

Impiego di tecniche moderne

Per garantire un'efficienza elevata, Lidl investe anche in tecniche moderne. Nel magazzino aperto nel 2015 a Sévaz nel Canton Friburgo, per esempio, si utilizzano refrigeranti naturali per il raffreddamento, mentre il riscaldamento viene ricavato da calore di scarico, e i locali sono illuminati dalla luce diurna o lampadine a LED.
Sono in servizio anche due camion elettrici, silenziosi e a impatto di CO2 quasi nullo, utilizzati preferibilmente in aree cittadine.

Stella Lean & Green

Siamo la prima impresa di commercio al dettaglio della Svizzera ad aver ottenuto la prima stella Leen & Green, a giugno 2019. Così Lidl Svizzera si è impegnata a realizzare nell’arco di cinque anni una riduzione relativa di CO2 almeno del 20% nei settori del trasporto e della logistica. Abbiamo raggiunto questo obiettivo nell’arco di tre anni e ora vogliamo ottenere la seconda stella Lean & Green; per farlo serve ridurre la CO2 di un ulteriore 10% in tre anni. Ciò richiede grandezze misurabili esatte nonché una metodica condivisibile e fissa degli obiettivi ambiziosi in termini di riduzione raggiungibili solo con un’elevata capacità di innovazione.

Costruzioni sostenibili

Uno dei nostri obiettivi ambientali più importanti è ridurre ulteriormente il consumo energetico dei nostri edifici. Ecco perché costruiamo nel modo più efficiente possibile dal punto di vista energetico: le pietre miliari sono le filiali «future store» e il nostro nuovo centro di distribuzione a Sévaz.

Pietre miliari della costruzione sostenibile

Due pietre miliari sono già state raggiunte. Nel giugno 2015 abbiamo aperto il nostro nuovo centro di distribuzione merci a Sévaz, nel Canton Friburgo e nel maggio 2016 a Winterthur Töss la nostra prima filiale «future store». In entrambi gli edifici siamo stati in grado di ridurre nettamente i consumi energetici grazie al riscaldamento con recupero del calore residuo, all’utilizzo di pompe di calore elettriche e all’illuminazione a LED, e nei «future store» addirittura fino al 50 %. Inoltre nelle nuove sedi sono stati installati sistemi di refrigerazione ad alta efficienza energetica con refrigeranti naturali, che proteggono ancora di più il clima.

Consumo energetico ed energie rinnovabili

Lidl Svizzera si affida alle energie rinnovabili ed è certificata ISO 50001. Dal 2014 tutta l’energia elettrica da noi utilizzata proviene da fonti idroelettriche (UE). Abbiamo inoltre concordato con il WWF Svizzera un obiettivo per l’installazione di impianti fotovoltaici.

Utilizzo delle energie rinnovabili

Il centro di distribuzione merci di Sévaz, inaugurato nel 2015 e costruito secondo gli standard ecologici, è dotato di uno dei più grandi impianti fotovoltaici della Svizzera. La prima filiale con impianto fotovoltaico è stata inaugurata nel maggio 2016 e alla fine del 2016 le filiali erano già 19. Nell’esercizio 2016 gli impianti solari hanno prodotto 3,65 GWh di energia elettrica. Entro la fine del 2020 puntiamo ad aumentare del 300 % la capacità di produzione di energia fotovoltaica rispetto al 2015 (2800 kWp). Questo obiettivo è stato concordato insieme al WWF.

Certificazione ISO 50001

Nel 2014 Lidl Svizzera è stato il primo rivenditore svizzero ad aver fatto certificare l’intera rete di filiali secondo lo standard internazionale di efficienza energetica ISO 50001. Il fulcro della norma è la gestione sistematica dell’energia. Nel 2017 abbiamo anche fatto certificare i nostri centri di distribuzione merci, al fine di ridurre i consumi energetici anche lì.